Aliante

Come le foglie - Aliante

Questo trio venne formato a Milano intorno al 1968. Il loro repertorio iniziale era ricco di brani di artisti come Crosby Stills Nash & Young e Joni Mitchell, e il gruppo ebbe un’intensa attività concertistica ed un buon seguito nell’area milanese. All’inizio degli anni ’70 il trio cominciò ad elaborare un proprio suono, spesso con l’aiuto di musicisti esterni ma sempre mantenendo il loro stile americaneggiante. Tra i musicisti coinvolti in questo periodo i fiatisti Riccardo Luppi e Renato Rivolta ed il percussionista Marco De Palma. Come Le Foglie presero parte a parecchi festival nel nord Italia, ed ebbero la possibilità di aprire i concerti di importanti artisti italiani ed esteri come Osanna, PFM, Banco, Franco Battiato, Alan Sorrenti, Curved Air. Ovviamente molte case discografiche si interessarono a loro, che registrarono molto materiale demo, ma i loro atteggiamenti senza compromessi gli negarono ogni possibilità di ottenere un contratto. Nell’estate del 1972 il gruppo fece una serie di concerti in piccoli locali in Inghilterra, una delle pochissime bands italiane ad avere un’opportunità del genere, e suonarono anche come spalla ai Magna Carta, con la trasmissione di una registrazione in una radio locale. [fonte: www.italianprog.com]

Il gruppo si sciolse alla metà degli anni ’70, e purtroppo tutte quelle registrazioni in studio mai incise su LP sono andate perse, almeno fino ad oggi, visto che abbiamo accuratamente pulito e rimasterizzato 7 canzoni direttamente da un nastro demo del passato. Come se non bastasse, la band ha deciso di riunirsi appositamente per l’etichetta AMS e sotto la direzione di Claudio Fucci hanno inciso ulteriori 8 brani (molti degli anni settanta). Quindi il CD contiene ben 16 brani passato-presente (Ali-Ante) che mostrano l’enorme talento di una band che avrebbe meritato molto di più in passato. Meraviglioso è l’artwork di questo lussuoso CD papersleeve realizzato dal famoso artista psichedelico di culto Matteo Guarnaccia.

Come le foglie sono: Attilio Zanchi, Claudio Lugli & Giancarlo Galli.

Proudly powered by WordPress   Premium Style Theme by www.gopiplus.com